Calendario Escursioni

Visualizzazioni 11.876
Mag
24
Dom
Il sentiero delle peonie sul Monte Denervo
Mag 24 giorno intero

Domenica 24 maggio 2020
Il sentiero delle peonie sul Monte Denervo

Tramonto sul Denervo

Facile escursione ad anello molto interessante per le favolose fioriture della Peonia selvatica (Paeonia officinalis) e per le magnifiche vedute panoramiche sul lago di Garda e la Valvestino dalla cima del monte Denervo e lungo tutta la dorsale che scende verso il monte Comer. Partendo dal villaggio fantasma di Boldis (957 m), inizieremo a camminare in un magnifico bosco misto, che poi si trasformerà in una faggeta con esemplari ultracentenari giganteschi, che si sviluppano ai margini della cresta, che con le loro forme, i colori e le radici intricate ci proiettano in un magico mondo immaginario, popolato da gnomi e folletti, fino a circondare le malghe ormai abbandonate. Camminando nei prati di malga Premaur saremo stupiti dalle diffuse fioriture del bianco Asfodelo e, più in alto, dalle tinte accese

Malga Denervo

delle peonie, che ci accompagneranno fino alla cima. Quest’ultimo tratto sarà l’unico da percorrere con un minimo di attenzione, in quanto affiorano dal terreno le bianche rocce calcaree lavorate dall’azione dell’acqua, che rendono meno agevole il nostro cammino. Al rientro, dopo aver visitato una pozza in cui si stanno trasformando migliaia di girini e ammirato i faggi secolari di malga Denervo, scenderemo dal versante opposto in un’altra spettacolare faggeta, fino a chiudere l’anello.

Località di partenza: località Boldis di Piovere

Tempo: 5 ore + le soste – Dislivello in salita: 550 m
Difficoltà : Escursionistica

Nel rispetto dell’ordinanza della Regione Lombardia per l’emergenza sanitaria in atto, come professionisti della montagna, effettueremo l’escursione a numero chiuso. Affrettarsi quindi con le iscrizioni.

RITROVO: ORE 7:30 CAFFE’ VALENTINO GARDESANA DI SALO’

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 574
Mag
31
Dom
Tour di cima Meghè e cima Baremone
Mag 31 giorno intero

Domenica 31 maggio 2020
Tour di cima Meghè e cima Baremone

Con questa escursione, Gardacanyon vi condurrà nel regno del Gallo forcello, transitando in una delle foreste demaniali più caratteristiche e meglio conservate della nostra regione. Ma non solo: avremo la possibilità di ripercorrere tratti di vecchi percorsi militari e di ammirare i resti di forti che risalgono al periodo della Prima Guerra Mondiale. Partendo dal Passo Baremone (1421 m.), saliremo lungo la stradina militare fino a raggiungere i resti del forte di Cima Ora, costruzione

imponente anche se pesantemente deteriorata dall’azione dagli agenti atmosferici, per poi spostarci sotto la rocciosa cresta della Corna Pagana ed entrare nella Valle Lunga, transitando dal Casinello di Baremone, posto in una conca pianeggiante adibita a pascolo e ricca di fioriture. Dopo aver aggirato il Monte Baremone (1776 m), percorreremo un tratto della suggestiva strada militare, costruita lungo pendii impervi e per un lungo tratto in gallerie ricavate all’interno della montagna, fino a raggiungere un sentiero che ci farà salire sulla Cima Meghè. La fatica sarà ripagata dallo splendido panorama a 360°sui monti che circondano il lago d’Idro.

Località di partenza: Passo Baremone

Tempo: 5 ore + le soste – Dislivello in salita: 600 m
Difficoltà : Escursionistica

Nel rispetto dell’ordinanza della Regione Lombardia per l’emergenza sanitaria in atto, come professionisti della montagna, effettueremo l’escursione a numero chiuso. Affrettarsi quindi con le iscrizioni.

RITROVO: ORE 7:30 BRESCIA CASELLO A4

ORE 8:15 BAR ANGOLO 23 NOZZA DI VESTONE

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 17
Giu
2
Mar
Le creste di cima Tuflungo
Giu 2 giorno intero

Martedì 02 giugno 2020
Le creste di cima Tuflungo

Entusiasmante tour ad anello, sulle creste di Cima Tuflungo, che permette tra l’altro la visita a numerosi resti della Grande Guerra, percorrendo la vecchia strada militare (vietata al traffico). Sulla cima, meta dell’escursione, raggiunta attraverso il Passo Gatòn al confine trentino, sorgono i resti d’un fortino. E si ammira un fantastico panorama a 360 gradi: Corno della Marogna, Monte Tremalzo,

Blumone, Re di Castello, Carè Alto, Presanella, Cadria, Dolomiti di Brenta, Lago di Ledro, Baldo, senza dimenticare il lago di Garda. Vi guideremo attraverso la storia ed i racconti dei soldati, immersi negli splendidi panorami del Parco dell’Alto Garda bresciano lungo la linea del fronte italiano. Alla scoperta di trincee, rifugi in caverna, baraccamenti, postazioni di artiglieria, casematte, lungo sentieri, mulattiere e audaci strade militari che a cent’anni dal conflitto, presidiano ancora i territori circostanti.

Località di partenza: Passo Nota a Tremosine

Tempo: 5 ore + le soste – Dislivello in salita: 600 m
Difficoltà : Escursionistica

Nel rispetto dell’ordinanza della Regione Lombardia per l’emergenza sanitaria in atto, come professionisti della montagna, effettueremo l’escursione a numero chiuso. Affrettarsi quindi con le iscrizioni.

RITROVO: ORE 7:30 CAFFE’ VALENTINO GARDESANA DI SALO’

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 9
Ago
12
Mer
Trekking delle Dolomiti Friulane
Ago 12–Ago 16 giorno intero

Dal 12 al 16 agosto 2020
Trekking alla scoperta delle dolomiti friulane e la diga del Vajont

Torre del Cridola

Un meraviglioso trekking guidato.

5 giorni che consentiranno di scoprire l’ambiente incontaminato delle Dolomiti Friulane.

 

 

 

 

Bivacco Perugini e campanile di Val Montanaia

Magnifico percorso ad anello, nel parco delle Dolomiti Friulane che sono state dichiarate dall’UNESCO, patrimonio naturale dell’Umanità nel giugno 2009.  Il Parco delle Dolomiti Friulane è un vero e proprio paradiso per l’escursionismo di tipo naturalistico e panoramico, attività garantite da un’adeguata rete di sentieri e da un buon numero di strutture d’appoggio. Il percorso, privo di particolari difficoltà tecniche, si svolge in 4 tappe, con pernottamento ai rifugi Pacherini, Giaf, Padova e Pordenone passando dal famoso campanile di Val Montanaia, alpinisticamente noto come urlo di pietra. Ulteriore spunto di interesse é la giornata conclusiva relativa alla visita della diga del Vajont per conoscere, e non dimenticare, la storia della tragedia omonima avvenuta il 9 ottobre 1963, che causò più di 2000 morti. Una vacanza all’insegna del cammino, con interessi panoramici, geologici, naturalistici e storici. E, perché no, per gustare l’ottima cucina friulana.

Difficoltà : Escursionistica

1° GIORNO: parcheggio Rifugio Pordenone-Rifugio Pacherini Dislivello:1000 m Tempo: 7 ore
2° GIORNO: Rifugio Pacherini-Rifugio Giaf Dislivello: 820 m Tempo: 6 ore
3° GIORNO: Rifugio Giaf-Rifugio Padova Dislivello: 980 m Tempo: 7 ore
4° GIORNO: Rifugio Padova-Rifugio Pordenone Dislivello: 1050 m Tempo: 6 ore
5° GIORNO: Escursione alla diga Del Vajont e Monte Toc Difficoltà: T Dislivello Trascurabile Tempo: 3 ore
Gruppo dei Monfalconi

Punti di ritrovo : PARK CASELLO AUTOSTRADA A4 BS CENTRO ORE 6:00

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 300,00 €

(250 € per chi volesse fare solo i primi 4 giorni)

ISCRIZIONI ENTRO il 31.07.20 con caparra di 50,00 €

 

N.B.: LA QUOTA COMPRENDE IL SERVIZIO GUIDA FORNITO DALL’ACCOMPAGNATORE DI MEDIA MONTAGNA ED IL COSTO DELLA MEZZA PENSIONE IN RIFUGIO. SONO ESCLUSI I COSTI DI TRASPORTO (CON MEZZI PROPRI), LA VISITA GUIDATA ALLA DIGA DEL VAJONT E GLI EXTRA IN RIFUGIO

scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Antelao sbuca tra i Monfalconi

 

Rifugio Flaiban-Pacherini
Visualizzazioni 96