Calendario Escursioni

(Visited 1.502 times, 11 visits today)
Giu
13
Dom
Rifugio Laghi Gemelli (Alpi Orobie)
Giu 13 giorno intero
Il Pizzo Farno

Domenica 13 giugno 2021
Il Rifugio Laghi Gemelli

Meta dell’escursione ad anello è il rifugio Laghi Gemelli situato in alta Valle Brembana, nelle Prealpi Orobiche. La località “Laghi Gemelli”, come anche il rifugio, prendono il nome dagli omonimi laghi originari, ora inglobati in un unico grande lago artificiale. Si inizia a guadagnare quota sul versante orografico sinistro della valle, fino a raggiungere il passo della Marogella per poi incontrare alcune suggestive Baite fino al passo dei Laghi Gemelli (2.100 m circa) al cospetto della Cima di Mezzeno e del Pizzo Farno. Una bella discesa ripida su tratti ancora innevati ci conduce fino ai laghi Gemelli, dove effettueremo la pausa pranzo. Al rientro, si raggiunge il passo di Mezzeno (2.142 m) posto sotto il Monte Spondone e la Pietra Quadra, da cui si può godere di un’ottima visuale sui Laghi Gemelli. Infine l’anello si chiude attraversando pascoli che costeggiano le suggestive baite delle Foppe, e la baita della Croce.

Difficoltà: E (percorso escursionistico)        Tempo percorrenza: 5 ore + le soste      Dislivello: 600 m

Punto di partenza: Baite di Mezzeno   Interessi: PANORAMICO, NATURALISTICO    Note varie: PRANZO AL SACCO

Equipaggiamento: DA ESCURSIONISMO (ZAINO, BASTONI DA TREKKING, GIACCA A VENTO, GIACCA IN PILE, SCARPONI O PEDULE DA ESCURSIONISMO ALTI ALLA CAVIGLIA) MASCHERINA O BUFF, GEL DISINFETTANTE.

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

RITROVO: PARCHEGGIO CASELLO A4 BS CENTRO ORE 7:30

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 15,00 €

10,00 € PER I POSSESSORI DI GARDACANYON CARD

 

Laghi Gemelli visti dal Passo del Tonale Orobico
Laghi Gemelli
(Visited 43 times, 1 visits today)
Giu
27
Dom
Laghi di Mignolo
Giu 27 giorno intero

Domenica 27 giugno 2021
I laghetti di Mignolo

Malga Mignolino

L’escursione ai laghi di Mignolo è un percorso di rara bellezza, inserito in un contesto geologico e naturalistico veramente interessante. La partenza è dalla località Valdorizzo (1.180 m) dove imboccheremo la ripida stradina che ci condurrà nel fitto bosco di abete rosso, fino ad imboccare il sentiero che risale la Val Sanguinera, percorsa dall’omonimo torrente, al cospetto del Monte Mignolo e del Monte Misa. Dopo aver transitato nei pressi delle malghe della Valle e attraversato alcuni torrenti che la percorrono, nei pressi di una piccola cascata inizieremo a salire tra bellissime fioriture fino ai laghetti di Mignolo, incastonati tra i meravigliosi alpeggi della montagna di Bagolino, dove sosteremo per il pranzo. Per il rientro seguiremo il sentiero in direzione della pozza dell’Orso e di malga Bromino, soffermandoci ad ammirare il panorama con
le imponenti sagome delle montagne che ci circondano, prima fra tutte il Cornone di Blumone.

Laghetto di Mignolo

Località di partenza: Val Dorizzo      Tempo: 6 ore + le soste       Dislivello in salita: 950 m

Difficoltà : Escursionistica    Interessi: Naturalistici, Panoramici     Pranzo al Sacco

RITROVI: ORE 7:00 PARCHEGGIO CASELLO AUTOSTRADA A4 BS CENTRO

ORE 7:30 BAR ANGOLO 23 NOZZA DI VESTONE

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

(Visited 107 times, 1 visits today)
Lug
3
Sab
Altopiano di Cariadeghe
Lug 3 giorno intero
Casina del comune dove si svolge la lezione di Yoga

Sabato 03 luglio 2021
Escursione + Yoga

Un’iniziativa di GardaCanyon in collaborazione con Clio Pasotti, insegnante yoga RYT-250 PLUS. Per vivere nuove sensazioni di benessere, nella natura ed in completa libertà, praticando lo yoga, circondati dai silenzi e dai profumi della montagna.

 

 ESCURSIONE ADATTA A TUTTI, ANCHE AI NON ALLENATI

Il Santuario di S. Bartolomeo

Conosceremo il Monumento Naturale dell’Altopiano di Cariadeghe, parte dell’omonimo massiccio calcareo nel comune di Serle, piccolo paese vicino a Brescia in direzione del Lago di Garda. Percorreremo insieme i sentieri di quello splendido regalo della natura che è l’altopiano. L’area è meta di fantastiche passeggiate, caratterizzata da numerose specie floristiche. L’escursione ha inizio presso il rifugio degli Alpini di Serle a quota 700 m. Seguendo una carrareccia con modesta pendenza, all’interno di un suggestivo faggeto, dopo circa 1 ora si giunge alla Casina del Comune a quota 894 metri. Per chi non intende proseguire qui è possibile fermarsi all’ombra di un meraviglioso faggio secolare che già da sé vale la giornata. Facoltativamente, si può procedere, con un percorso circolare, di un’altra ora circa, fra doline ed affioramenti calcarei, arrivando fin sulla cima Monte Ucia o del Dosso del Lupo oppure sulla Corna de Caì. Terminato il percorso ad anello, sempre nei pressi della Casina del Comune, lezione di yoga dinamico adatto a tutti, che rientra nell’Hatha Yoga. Una pratica yoga che unisce movimento del corpo e respirazione al fine di ricercare e riscoprire il proprio benessere ed equilibrio psicofisico, il tutto immergendosi completamente nella natura circostante.

DISLIVELLO 300 m   TEMPO DI PERCORRENZA 3 ore + le soste     NOTE VARIE PRANZO AL SACCO

INTERESSI PANORAMICO, NATURALISTICO           EQUIPAGGIAMENTO: NORMALE DA ESCURSIONISMO (pedule/scarpe da ginnastica con suola scolpita, pile o felpa, pantaloni lunghi comodi non jeans, zaino, crema solare, kway), tappetino per lezione di yoga, mascherina – occhiali – gel disinfettante. CONSIGLIATI I BASTONCINI DA TREKKING

RITROVO: Brescia ore 9:00 presso parcheggio Casello autostrada A4 BS CENTRO RIENTRO A BS: circa ore 17:00

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

(Visited 1 times, 1 visits today)
Lug
10
Sab
Passo Nota e Monte Carone
Lug 10 giorno intero
La caratteristica scala del sentiero che sale al Carone

Sabato 10 luglio 2021
Escursione + Yoga

Un’iniziativa di GardaCanyon in collaborazione con Clio Pasotti, insegnante yoga RYT-250 PLUS. Per vivere nuove sensazioni di benessere, nella natura ed in completa libertà, praticando lo yoga, circondati dai silenzi e dai profumi della montagna.

 

Il rifugio degli Alpini di Vesio a Passo Nota

ESCURSIONE ADATTA A TUTTI, ANCHE AI NON ALLENATI

Il monte Carone è una cima con eccezionale panorama sul Lago di Garda, sulla cui vetta vi è una croce con due elmi, uno austriaco ed uno italiano, riuniti a monito della stupidità di tutte le guerre. Il Monte Carone, con i suoi 1.621 metri di quota, è una tra le più elevate dell’Alto Garda Bresciano e costituiva durante la prima guerra mondiale un punto tattico per le difese italiane dello “Sbarramento delle Giudicarie” nel suo settore orientale. Interessante la salita con un percorso scavato nella roccia calcarea, dove si potranno ammirare multicolori fioriture. Discesa del versante opposto per raggiungere il rifugio degli Alpini di Vesio in località passo Nota, dove nella grande spianata erbosa, si darà

Panorama sul Garda dal Monte Carone

inizio alla lezione di yoga. Un’ottima occasione per vivere un momento di benessere, godere dello splendido panorama del Lago di Garda, praticare yoga circondati dai silenzi e profumi della natura. La lezione di yoga sarà dinamica ed adatta a tutti. La pratica yoga che verrà eseguita deriva dall’ Hatha Yoga ed unisce il movimento del corpo e la respirazione, con l’intento di ritrovare la connessione con sé stessi, la natura nella quale si è immersi ed il proprio benessere psicofisico.

DISLIVELLO 450 m   TEMPO DI PERCORRENZA 4 ore + le soste NOTE VARIE PRANZO AL SACCO

INTERESSI PANORAMICO, NATURALISTICO           EQUIPAGGIAMENTO: NORMALE DA ESCURSIONISMO (pedule/scarpe da ginnastica con suola scolpita, pile o felpa, pantaloni lunghi comodi non jeans, zaino, crema solare, kway), tappetino per lezione di yoga, mascherina – occhiali – gel disinfettante. CONSIGLIATI I BASTONCINI DA TREKKING

RITROVO: Brescia ore 8:00 presso parcheggio Casello autostrada A4 BS CENTRO RIENTRO A BS: circa ore 18:00

carica la locandina in pdf per ulteriori info ->

(Visited 1 times, 1 visits today)
Lug
24
Sab
Escursione notturna sul Monte Stino @ Moerna (BS) - Monte Stino
Lug 24 giorno intero
Escursione notturna sul Monte Stino @ Moerna (BS) - Monte Stino

Escursione al chiaro di luna e cena in rifugio

Spettacolare escursione notturna, che segue camminamenti e trincee della Grande Guerra, resa particolare dei riflessi della luna che si specchia nel lago d’idro, da Moerna fino alla cima del monte Stino a quota 1.467 m. Dopo aver visitato i resti dei vecchi campi trincerati e le postazioni d’artiglieria, raggiungeremo il rifugio monte Stino, presso il quale potremo gustare una prelibata cena a base di prodotti tipici.  Rientro seguendo la comoda strada sterrata, oppure il sentiero che si stacca dalla magnifica chiesetta degli Alpini, attraversa i pascoli e scende nella faggeta.

Tutti i dettagli sono riportati sulla locandina allegata: Notturna Stino 2021

 

(Visited 12 times, 1 visits today)
Lug
31
Sab
Tour dei rifugi Gnutti, Baitone e Tonolini @ Malga Premassone (BS)
Lug 31 giorno intero
Tour dei rifugi Gnutti, Baitone e Tonolini @ Malga Premassone (BS)

Una suggestiva escursione nel Gruppo dell’Adamello, alla portata di tutti. Salendo dalle “Scale del Miller”, arriveremo al Rifugio Gnutti con spettacolari vedute sul vicino Lago del Miller e su tutto l’anfiteatro montuoso della Val Miller, dominato dalla cima dell’Adamello. Senza affrontare grandi dislivelli, passeremo alla vicina vallata del Baitone seguendo un sentiero di pastori ben risistemato che taglia tutto il versante sud del Corno del Lago e del Corno del Cristallo, raggiungendo il Lago ed il Rifugio Baitone. Il sentiero in un punto è stato scavato letteralmente nella roccia, creando uno scenografico passaggio artificiale noto con il nome di Passo del Gatto. Seguendo la sponda destra del Lago Baitone, raggiungeremo il rifugio Tonolini, dal quale, seguendo una mulattiera che entra nel bosco misto di larici, abeti e betulle e perde quota velocemente, torneremo alle auto, ma non prima di esserci fermati a Malga Premassone per una sosta ristoratrice.
Tutti i dettagli di questa imperdibile escursione sono riportati sulla locandina qui allegata: tour rifugi adamello 2021

(Visited 2 times, 1 visits today)
Ago
7
Sab
Weekend nel Parco Adamello-Brenta: la via delle Bocchette @ Madonna di Campiglio
Ago 7–Ago 8 giorno intero
Weekend nel Parco Adamello-Brenta: la via delle Bocchette @ Madonna di Campiglio

Entusiasmante weekend nel Parco Naturale Adamello-Brenta, in collaborazione con la Guida Alpina Paolo Preti, seguendo alcune tra le vie ferrate più spettacolari e più famose al mondo: SOSAT, Bocchette Centrali e Bocchette Alte, create a partire dal 1936, per merito della Società degli Alpinisti Trentini, con l’intento di facilitare il collegamento tra i vari rifugi alpini dislocati nel massiccio del Brenta. Davanti agli occhi dell’escursionista si aprirà un paesaggio lunare, composto di pareti ripidissime, cenge e terrazze sospese nel vuoto: un contatto tra uomo e natura che non ha paragoni in nessun altro luogo della Terra.
Le bocchette Centrali, che da Bocca di Brenta (2552 m) portano alla Bocca dei Armi (2749 m), sono considerate più semplici delle bocchette Alte, anche se sono molto esposte. Si snodano sotto le spettacolari cime della Brenta Alta, del Campanile Basso e Campanile Alto, della Torre degli Sfulmini e di Brenta, con un percorso su scale, lungo cenge esposte e tratti innevati.
Le bocchette Alte, più difficili ed esposte delle Centrali, raggiungono invece diverse cime, quali Cima Molveno, lo Spallone dei Massodi e la Cima Brenta, collegando la Bocca dei Armi (2749 m) con la Bocca di Tuckett (2464 m), attraverso piccoli salti gradinati e roccette, la famosa lunga e spettacolare “Scala degli Amici”, una lunga serie di cenge che attraversa la parete Sud di Cima Brenta e, infine, un tratto impegnativo su roccia liscia e un nevaio verso il rifugio spesso richiede l’uso dei ramponi.
Tutti i dettagli di questa proposta rivolta ad escursionisti esperti, ben allenati, senza problemi di vertigini o paura del vuoto, sono riportati sulla locandina qui allegata: Ferrate Brenta

(Visited 11 times, 1 visits today)
Ago
11
Mer
Sentiero Roma
Ago 11–Ago 15 giorno intero

Dall’11 al 15 agosto 2021
Il sentiero Roma (Valmasino)   

Il pizzo Cengalo

Un entusiasmante percorso, sulle tracce del Gigiat, il leggendario caprone che vive tra questi monti. Si cammina in un susseguirsi di passi e valli, ad una quota tra 2500 e 3000 m, attraverso scenari maestosi, al cospetto di picchi verticali slanciati verso il blu del cielo. É il Sentiero Roma, una delle più celebri Alte Vie delle Alpi, terreno di sfida per i più forti atleti nel Trofeo Kima, vera e propria leggenda dello skyrunning. Percorrendolo potremo sorprenderci ed emozionarci provando attimi di vita unici che solo il contatto con la natura incontaminata può riservare.

Bocchetta Roma verso il rifugio Ponti

Quando si cammina lungo il Sentiero Roma, ci si sente un poco esploratori, persi in un mondo di ostile e grandiosa bellezza, uno di quei posti dove sogni di andare, ma dove, quando ci sei, percepisci a volte un’inquietudine che ti dice che nel regno del granito la presenza dell’uomo non può che essere un veloce passaggio, col sapore della sfida e dell’avventura. Una suggestione che, evidentemente, stuzzicò anche il gusto eroico del ventennio fascista, tanto che, nel 1928, la sezione milanese dell’allora Centro Alpinistico Italiano, pensò di dar lustro all’italico ardimento affidando alle guide della Val Masino il compito

Il sentiero della Valcodera

di tracciare un sentiero per collegare in quota le valli, comprese fra gli odierni rifugi Gianetti e Allievi-Bonacossa, itinerario divenuto poi la tappa centrale e il vero e proprio cuore dell’odierno Sentiero Roma. Il tempo ha finalmente tolto di mezzo l’alone di retorica in cui era avvolta la nascita del percorso e quello che oggi rimane è semplicemente uno dei più affascinanti (ed esigenti) sentieri delle Alpi Retiche Occidentali.

1° GIORNO: Novate Mezzola – Rifugio Brasca Dislivello:1100 m Tempo: 6 ore Difficoltà: E

2° GIORNO: Rifugio Brasca – Rifugio Gianetti Dislivello: 1300 m Tempo:7 ore Difficoltà: EE

3° GIORNO: Rifugio Gianetti – Rifugio Allievi Dislivello: 600 m Tempo: 6 ore Difficoltà: EE

Passo del Cameraccio

4° GIORNO: Rifugio Allievi – Rifugio Ponti Dislivello: 1100 m Tempo: 7 ore Difficoltà: EE

5° GIORNO: Rifugio Ponti – Novate Mezzola Dislivello: 380 m Tempo: 3 ore Difficoltà: E + 1 ora minibus

EQUIPAGGIAMENTO: ZAINO – GIACCA A VENTO (idrorepellente) – SCARPONI – FELPA IN PILE – INDUMENTI RICAMBIO – PANTALONI LUNGHI – OCCHIALI DA SOLE – SACCO LENZUOLO – BORRACCIA – VIVERI PER PRANZO – BASTONI DA TREK – OMBRELLINO – PILA FRONTALE – TESSERA CAI – CREMA SOLARE – COPRIZAINO – GUANTI – CUFFIA – CAPPELLINO – SALVIETTA – 2 MAGLIETTE TRASPIRANTI

Il pizzo Badile con il Rifugio Gianetti

 

 

 

 

 

 

 

INTERESSE: panoramico, geologico, naturalistico e storico PRANZO AL SACCO A MEZZOGIORNO

NOTE VARIE: Si consiglia di isolare il materiale di ricambio con sacchetti di cellophane

BRESCIA PARCHEGGIO CASELLO AUTOSTRADA A4 BSCENTRO ORE 6:00

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

(Visited 32 times, 1 visits today)
Ago
17
Mar
Escursione guidata nella Riserva Naturale della Rocca di Manerba @ Manerba del Garda (BS)
Ago 17 giorno intero
Escursione guidata nella Riserva Naturale della Rocca di Manerba @ Manerba del Garda (BS)

Percorso suggestivo, privo di difficoltà tecniche, che permetterà di visitare tutte le aree più interessanti della Riserva, dal lago ai resti del castello, seguendo i numerosi sentieri che si intrecciano come in un labirinto, guidati da accompagnatori di media Montagna.
Le guide aiuteranno a riconoscere le varie specie botaniche, vi racconteranno la storia del sito, le sue caratteristiche morfologiche e geologiche e vi accompagneranno, al ritorno, per una breve visita al Museo Civico di Manerba, interessantissimo da un punto di vista archeologico e naturalistico.
Scarica la locandina allegata per ulteriori dettagli: locandina escursione 17 agosto 2021

(Visited 49 times, 1 visits today)
Ago
21
Sab
Il Monte Adamello @ Malga Bedole - Val di Genova
Ago 21–Ago 23 giorno intero
Il Monte Adamello @ Malga Bedole - Val di Genova

Questa magnifica escursione alpinistica ad anello ci farà immergere per tre giorni in una tra le più suggestive aree dell’Arco alpino e ci consentirà di raggiungere la vetta del Monte Adamello. La salita avverrà accedendo alla Malga Bedole dalla Val di Genova. Da lì a piedi per il mitico sentiero, universalmente noto come “matarot”, a tratti assicurato con catene, che percorre l’omonima stupenda e selvaggia vallata, poco frequentata, fino a costeggiare il ghiacciaio della Lobbia e a raggiungere il Rifugio Ai Caduti dell’Adamello, che ci ospiterà per la notte. Il secondo giorno percorrendo il ghiacciaio Pian di Neve, saliremo fino alla facile cresta che ci permetterà di raggiungere la vetta del Monte Adamello. Scenderemo quindi al Rifugio Mandrone per il secondo pernottamento. La salita al Lago Scuro e la discesa lungo il sentiero glaciologico Marchetti, concluderanno questa indimenticabile esperienza.
Tutti i dettagli sono riportati sulla locandina qui allegata: Adamello 2021

(Visited 4 times, 1 visits today)