Calendario Escursioni

(Visited 1.435 times, 1 visits today)
Nov
3
Sab
Trekking in Perù
Nov 3–Nov 23 giorno intero

Da sabato 03 a venerdì 23 novembre 2018

Nel magico mondo di Coquequirao e Machu Picchu

Alberi sul sentiero del trekking

Sensazionale trekking nel quale sarà possibile ripercorrere le gesta e la storia degli Inca, ammirando panoramici unici di Machu Picchu e delle alte vette delle Ande, attraverso la giungla dietro l’antica “Città Perduta degli Inca”. Scopriremo territori selvaggi, tra i laghi e le montagne che precedono Machu Picchu. Choquequirao invece domina l’impressionante canyon del rio Apurimac di quasi 1.000 m di profondità e riceve molti meno turisti della sorella, ma le sue rovine sono altrettanto interessanti.  A differenza di Machu Picchu, non è possibile visitare Choquequirao in treno o in bus. Il solo modo di visitarla è quello di intraprendere un trekking di almeno due giorni partendo da Cuzco. Questa vacanza è l’ideale per chi ha voglia di spingersi oltre i sentieri turistici, ma senza perdere la possibilità di immergersi nelle mitiche rovine della “Città Perduta degli Inca”.

Muli all’arrivo al campo (sullo sfondo il canyon dell’Apurimac),

Un trekking lungo i sentieri percorsi da un’antica civiltà vissuta tra le vette delle Ande, fermandosi per gli accampamenti sotto uno splendido cielo stellato.

SI EFFETTUA AL RAGGIUNGIMENTO DI ALMENO 10 PARTECIPANTI

QUOTA PARTECIPAZIONE: 4.000 € (3.500 € CON RIENTRO IL 18.11.18) –  ISCRIZIONI ENTRO LUGLIO 2018

 

 

Parapendio in volo sulla spiaggia di Paracas

(CON CAPARRA DI 500 € – SALDO ALLA CONFERMA DEI VOLI AEREI)

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO: PROGRAMMA COMPLETO ->

CLICCA QUI PER ULTERIORI DETTAGLI: DETTAGLI ULTERIORI ->

CLICCA QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA: locandina ->

Il volo aereo è organizzato con AGENZIA TURISTICA PREALPIVIAGGI – GATTINORI – Agenzia della E. B. Tours di Bruno Raja SEDE OPERATIVA: Via Roma 28/E – CASTRONNO (VA) – Tel. 0332 892116 – Fax 0332 895633 – email: castronno@gmdv.it
(Visited 10 times, 1 visits today)
Apr
20
Sab
Pasqua del Viandante
Apr 20–Apr 22 giorno intero

TREKKING di 3 giorni sul Lago di Como

Da sabato 20 a lunedì 22 aprile 2019

Tratto del sentiero del Viandante

Per chi non vuole trascorrere la Pasqua in modo sedentario e classico, proponiamo un magnifico trekking sulla sponda orientale del Lago di Como. Il Sentiero del Viandante: è uno di quegli itinerari che non hanno bisogno di “punti di interesse”, nel senso che il percorso stesso è uno spettacolo che merita di essere assaporato passo dopo passo, soffermandosi sugli scorci che si aprono lungo il sentiero, dove lo sguardo può inseguire il profilo dei monti che scendono verso il lago, oppure salire verso l’alto, inseguendo la fuga dei pendii che si fanno sempre più ripidi, sino a dove la roccia prende il posto dei boschi. A fare da “segnavia” in questa fuga di elementi naturali, i paesi arroccati sulle rive e le minuscole frazioni montane. Poi, proprio quando si

 

Il caratteristico borgo di Varenna

potrebbe credere che le sorprese siano finite, alla fine di ogni tappa, ecco che il sentiero lascia il posto a un labirinto di vicoli e stradine strette fra le vecchie case del borgo e i giardini esotici delle ville nobiliari. Un invito irresistibile a continuare a camminare ed esplorare, fino a calpestare i sassi della riva. Sistemazione in hotel con doccia in camera.

 

Vecchia malga sul sentiero

Partenza: Abbadia Lariana/Arrivo: Colico   –  Difficoltà : Escursionistica

Ritrovo : PARCHEGGIO CASELLO BS CENTRO AUTOSTRADA A4 ORE 6:30

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE 230 € (trasporti esclusi)

MINIMO 8 – MASSIMO 16 partecipanti 

ISCRIZIONI ENTRO 24 MARZO 2019 con caparra di 50 €

Scarica la locandina in pdf per dettagli ->

Castello di Vezio
panorama sulla sponda opposta del lago

(Visited 15 times, 1 visits today)
Ago
12
Lun
Trekking del Monviso
Ago 12–Ago 15 giorno intero
Il Re di Pietra

Dal 12 al 15 agosto 2019
Trekking di 4 giorni attorno al “Re di Pietra” Monviso

Entusiasmante trekking guidato di 4 giorni che domina, con vasti panorami, tre valli diverse (Po, Varaita, Guil) e consente di ammirare il Monviso in tutta la sua imponenza cogliendo gli aspetti più interessanti di una delle zone più belle delle

Stambecco al rifugio Giacoletti

Alpi Cozie. L’anello, con i suoi modesti dislivelli e le diverse prospettive sugli affascinanti profili del “Re di Pietra”, si presenta come uno dei più spettacolari trekking d’alta quota d’Europa. Ma è tutto il regno del Monviso che scorre davanti agli occhi dell’escursionista in un fantastico viaggio in cui al paesaggio aspro e severo delle ardite pareti rocciose del massiccio meridionale si alternano i laghetti cristallini dai riflessi verde-azzurro del Vallone delle Giargiatte, i contorti pini cembri del bosco dell’Allevé cui seguono gli splendidi specchi d’acqua dell’alta Valle Po.

Difficoltà : Escursionistica

Il rifugio Vallanta

Punti di ritrovo : PARK CASELLO AUTOSTRADA A4 BS CENTRO ORE 7:00

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 250,00 €

ISCRIZIONI ENTRO il 31.07.19 con caparra di 50,00 €

scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

 

 

Rifugio Granero
(Visited 47 times, 1 visits today)
Ago
12
Mer
Trekking delle Dolomiti Friulane
Ago 12–Ago 16 giorno intero

Dal 12 al 16 agosto 2020
Trekking alla scoperta delle dolomiti friulane e la diga del Vajont

Torre del Cridola

Un meraviglioso trekking guidato.

5 giorni che consentiranno di scoprire l’ambiente incontaminato delle Dolomiti Friulane.

 

 

 

 

Bivacco Perugini e campanile di Val Montanaia

Magnifico percorso ad anello, nel parco delle Dolomiti Friulane che sono state dichiarate dall’UNESCO, patrimonio naturale dell’Umanità nel giugno 2009.  Il Parco delle Dolomiti Friulane è un vero e proprio paradiso per l’escursionismo di tipo naturalistico e panoramico, attività garantite da un’adeguata rete di sentieri e da un buon numero di strutture d’appoggio. Il percorso, privo di particolari difficoltà tecniche, si svolge in 4 tappe, con pernottamento ai rifugi Pacherini, Giaf, Padova e Pordenone passando dal famoso campanile di Val Montanaia, alpinisticamente noto come urlo di pietra. Ulteriore spunto di interesse é la giornata conclusiva relativa alla visita della diga del Vajont per conoscere, e non dimenticare, la storia della tragedia omonima avvenuta il 9 ottobre 1963, che causò più di 2000 morti. Una vacanza all’insegna del cammino, con interessi panoramici, geologici, naturalistici e storici. E, perché no, per gustare l’ottima cucina friulana.

Difficoltà : Escursionistica

1° GIORNO: parcheggio Rifugio Pordenone-Rifugio Pacherini Dislivello:1000 m Tempo: 7 ore
2° GIORNO: Rifugio Pacherini-Rifugio Giaf Dislivello: 820 m Tempo: 6 ore
3° GIORNO: Rifugio Giaf-Rifugio Padova Dislivello: 980 m Tempo: 7 ore
4° GIORNO: Rifugio Padova-Rifugio Pordenone Dislivello: 1050 m Tempo: 6 ore
5° GIORNO: Escursione alla diga Del Vajont e Monte Toc Difficoltà: T Dislivello Trascurabile Tempo: 3 ore
Gruppo dei Monfalconi

Punti di ritrovo : PARK CASELLO AUTOSTRADA A4 BS CENTRO ORE 6:00

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 300,00 €

(250 € per chi volesse fare solo i primi 4 giorni)

ISCRIZIONI ENTRO il 31.07.20 con caparra di 50,00 €

 

N.B.: LA QUOTA COMPRENDE IL SERVIZIO GUIDA FORNITO DALL’ACCOMPAGNATORE DI MEDIA MONTAGNA ED IL COSTO DELLA MEZZA PENSIONE IN RIFUGIO. SONO ESCLUSI I COSTI DI TRASPORTO (CON MEZZI PROPRI), LA VISITA GUIDATA ALLA DIGA DEL VAJONT E GLI EXTRA IN RIFUGIO

scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Antelao sbuca tra i Monfalconi

 

Rifugio Flaiban-Pacherini
(Visited 43 times, 1 visits today)
Ago
18
Mar
Trekking delle Dolomiti Friulane
Ago 18–Ago 22 giorno intero

Dal 18 al 22 agosto 2020
Trekking alla scoperta delle dolomiti friulane e la diga del Vajont

Torre del Cridola

Un meraviglioso trekking guidato.

5 giorni che consentiranno di scoprire l’ambiente incontaminato delle Dolomiti Friulane.

 

 

 

 

Bivacco Perugini e campanile di Val Montanaia

Magnifico percorso ad anello, nel parco delle Dolomiti Friulane che sono state dichiarate dall’UNESCO, patrimonio naturale dell’Umanità nel giugno 2009.  Il Parco delle Dolomiti Friulane è un vero e proprio paradiso per l’escursionismo di tipo naturalistico e panoramico, attività garantite da un’adeguata rete di sentieri e da un buon numero di strutture d’appoggio. Il percorso, privo di particolari difficoltà tecniche, si svolge in 4 tappe, con pernottamento ai rifugi Pacherini, Giaf, Padova e Pordenone passando dal famoso campanile di Val Montanaia, alpinisticamente noto come urlo di pietra. Ulteriore spunto di interesse é la giornata conclusiva relativa alla visita della diga del Vajont per conoscere, e non dimenticare, la storia della tragedia omonima avvenuta il 9 ottobre 1963, che causò più di 2000 morti. Una vacanza all’insegna del cammino, con interessi panoramici, geologici, naturalistici e storici. E, perché no, per gustare l’ottima cucina friulana.

Difficoltà : Escursionistica

1° GIORNO: parcheggio Rifugio Pordenone-Rifugio Pacherini Dislivello:1000 m Tempo: 7 ore
2° GIORNO: Rifugio Pacherini-Rifugio Giaf Dislivello: 820 m Tempo: 6 ore
3° GIORNO: Rifugio Giaf-Rifugio Padova Dislivello: 980 m Tempo: 7 ore
4° GIORNO: Rifugio Padova-Rifugio Pordenone Dislivello: 1050 m Tempo: 6 ore
5° GIORNO: Escursione alla diga Del Vajont e Monte Toc Difficoltà: T Dislivello Trascurabile Tempo: 3 ore
Gruppo dei Monfalconi

Punti di ritrovo : PARK CASELLO AUTOSTRADA A4 BS CENTRO ORE 6:00

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 300,00 €

(250 € per chi volesse fare solo i primi 4 giorni)

ISCRIZIONI ENTRO il 31.07.20 con caparra di 50,00 €

 

N.B.: LA QUOTA COMPRENDE IL SERVIZIO GUIDA FORNITO DALL’ACCOMPAGNATORE DI MEDIA MONTAGNA ED IL COSTO DELLA MEZZA PENSIONE IN RIFUGIO. SONO ESCLUSI I COSTI DI TRASPORTO (CON MEZZI PROPRI), LA VISITA GUIDATA ALLA DIGA DEL VAJONT E GLI EXTRA IN RIFUGIO

scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Antelao sbuca tra i Monfalconi

 

Rifugio Flaiban-Pacherini
(Visited 13 times, 1 visits today)
Set
5
Sab
Tour del Bernina
Set 5–Set 6 giorno intero

Trekking al cospetto del Piz Bernina (4.021 m)

Da sabato 05 a domenica 06 settembre 2020

Rifugio Marinelli

Magnifica escursione di due giorni nella bellissima Val Malenco. Il primo giorno, dal parcheggio di Campo Moro a quota 2.000 m, saliremo al rifugio Carate a 2.636 m.  Superato il passo delle Forbici, ci apparirà un panorama considerato tra i più grandiosi delle Alpi: davanti avremo il Pizzo Roseg 3.936 m, il Monte Scersen 3.971 m, il Pizzo Bernina 4.021 m, la Cresta Guzza 3.869 m, il Pizzo Argent 3.945 m e il Pizzo Zupò 3.995 m. Camminando su questo spettacolare sentiero raggiungeremo in breve il rifugio Marinelli posto a quota 2.813 m. Il secondo giorno, dal rifugio. Marinelli torneremo al rif. Carate e, imboccando un altro panoramico sentiero, giungeremo alla bellissima Alpe Fellaria ove sorge il rif Bignami a quota 2.385 m. Il rifugio è posto in magnifica posizione: a sinistra si vedono le potenti colate dei ghiacciai della vedretta di Fellaria orientale, davanti in basso il suggestivo lago artificiale di Gera e, più a sud, troneggia la mole del Pizzo

Rifugio Bignami e la vedretta di Fellaria

Scalino 3.323 m. Indi, con piacevole e panoramico percorso, torneremo al punto di partenza.

1° giorno: Campo Moro (2000 m) / rifugio Marinelli (2.813 m) – 2° giorno: Rifugio Marinelli / rif. Bignami / Campo Moro (2.000 m)

DISLIVELLI:  1° giorno: 813 m – 2° giorno: 300 m TEMPO DI PERCORRENZA:  1° giorno: 5 ore – 2° giorno: 5 ore

EQUIPAGGIAMENTO: Attrezzatura normale da escursionismo (zaino, scarponi, felpa, giacca a vento, viveri e borraccia) mascherina – occhiali – gel disinfettante sacco lenzuolo, ciabatte, tessera CAI – consigliati i bastoncini da

lago delle Forbici

trekking

Difficoltà : Escursionistica

RITROVO ORE 6:30 PARCHEGGIO CASELLO A4 BS CENTRO

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE 120 € (trasporti esclusi)

ISCRIZIONI ENTRO 31 agosto 2020 con caparra di 50 €

Panorama dal Rifugio Marinelli

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

(Visited 5 times, 1 visits today)
Apr
25
Dom
Il sentiero delle streghe a Tignale
Apr 25 giorno intero

DOMENICA 25 aprile 2021 – il sentiero delle streghe (parco alto garda bresciano)

Bellissima e panoramica escursione ad anello che ci consentirà di esplorare l’entroterra di Tignale e di Tremosine, seguendo le tracce delle streghe che, secondo le tradizioni popolari, si riunivano nei luoghi difficilmente accessibili e più lontani dai centri abitati, per dedicarsi a riti magici, danze propiziatorie e preparazione di intrugli in grado di curare malattie o di procurare morte. Attraverseremo la forra scavata dal torrente San Michele per poi risalire tra vigneti e uliveti verso alcuni dei borghi di Tremosine osservando le splendide fioriture stagionali e i panorami sul Monte Baldo e sul lago di Garda. Percorreremo i sentieri scavati sui due fianchi delle pareti rocciose che racchiudono il torrente San Michele, con una breve deviazione a Campione, magari per un drink da asporto. Chiuderemo l’anello percorrendo gli stessi sentieri realizzati dagli abitanti per raggiungere il cotonificio ubicato a Campione, importante fonte di reddito fino alla prima metà del 1900.

Scarica la locandina per maggiori dettagli ->

(Visited 24 times, 1 visits today)
Mag
1
Sab
Antiche vie di Comunicazione in Valvestino
Mag 1 giorno intero

Sabato 01 maggio 2021 – Da Armo a Denai, passando per Magasa

Camminare nelle solitarie foreste della Valvestino è sempre un’esperienza gradevole ed affascinante. L’escursione ad anello che parte dal piccolo e solitario villaggio di Armo, prosegue attraversando il torrente Armarolo, lasciando i sentieri segnati, percorrendo quello che sicuramente era l’antico percorso utilizzato dai montanari per spostarsi da un villaggio all’altro. Il risveglio del bosco dopo il rigore invernale, i profumi ed i colori delle nuove fioriture, i panorami particolari, saranno dettagli che ci accompagneranno nel corso della nostra escursione. Arrivo a Magasa dove effettueremo un piccolo break prima di proseguire la salita per la località “camin di Vott”, dove effettueremo la pausa pranzo negli stupendi pascoli al cospetto del monte Tombea. Durante la pausa, per i più intraprendenti, possibilità, aggiungendo mezz’ora tra andata e ritorno, di acquistare prodotti caseari di malga, fra i quali il mitico formaggio Tombea. Rientro da facile mulattiera in discesa fino alla località “Pont franat”, dove potremo rinfrescarci piedi a gambe nelle fresche e limpide acque del torrente Armarolo, per poi chiudere l’anello, non prima di aver dato un’occhiata alla suggestiva chiesa di Armo (dedicata al culto dei santi Simone e Giuda e alla sua piccola piazza battezzata “Obbedisco”, in onore dei mille di Garibaldi, che più di 150 anni fa passarono e soggiornarono, per questi borghi.

RITROVI: PARCHEGGIO CASELLO A4 BS CENTRO ORE 7:00
BAR ANGOLO23 A NOZZA DI VESTONE ORE 7:45

Scarica la locandina per maggiori dettagli ->

 

Sentiero verso Magasa
fienile con tetto in grano in località Denai

 

 

 

 

 

 

 

 

Vista sul Monte Baldo
cascina Vott

 

 

 

 

 

 

 

Le limpide acque del torrente Armarolo
Il mitico “gioiello” della Valvestino
(Visited 19 times, 1 visits today)
Ago
7
Sab
Weekend nel Parco Adamello-Brenta: la via delle Bocchette @ Madonna di Campiglio
Ago 7–Ago 8 giorno intero
Weekend nel Parco Adamello-Brenta: la via delle Bocchette @ Madonna di Campiglio

Entusiasmante weekend nel Parco Naturale Adamello-Brenta, in collaborazione con la Guida Alpina Paolo Preti, seguendo alcune tra le vie ferrate più spettacolari e più famose al mondo: SOSAT, Bocchette Centrali e Bocchette Alte, create a partire dal 1936, per merito della Società degli Alpinisti Trentini, con l’intento di facilitare il collegamento tra i vari rifugi alpini dislocati nel massiccio del Brenta. Davanti agli occhi dell’escursionista si aprirà un paesaggio lunare, composto di pareti ripidissime, cenge e terrazze sospese nel vuoto: un contatto tra uomo e natura che non ha paragoni in nessun altro luogo della Terra.
Le bocchette Centrali, che da Bocca di Brenta (2552 m) portano alla Bocca dei Armi (2749 m), sono considerate più semplici delle bocchette Alte, anche se sono molto esposte. Si snodano sotto le spettacolari cime della Brenta Alta, del Campanile Basso e Campanile Alto, della Torre degli Sfulmini e di Brenta, con un percorso su scale, lungo cenge esposte e tratti innevati.
Le bocchette Alte, più difficili ed esposte delle Centrali, raggiungono invece diverse cime, quali Cima Molveno, lo Spallone dei Massodi e la Cima Brenta, collegando la Bocca dei Armi (2749 m) con la Bocca di Tuckett (2464 m), attraverso piccoli salti gradinati e roccette, la famosa lunga e spettacolare “Scala degli Amici”, una lunga serie di cenge che attraversa la parete Sud di Cima Brenta e, infine, un tratto impegnativo su roccia liscia e un nevaio verso il rifugio spesso richiede l’uso dei ramponi.
Tutti i dettagli di questa proposta rivolta ad escursionisti esperti, ben allenati, senza problemi di vertigini o paura del vuoto, sono riportati sulla locandina qui allegata: Ferrate Brenta

(Visited 11 times, 1 visits today)
Ago
21
Sab
Il Monte Adamello @ Malga Bedole - Val di Genova
Ago 21–Ago 23 giorno intero
Il Monte Adamello @ Malga Bedole - Val di Genova

Questa magnifica escursione alpinistica ad anello ci farà immergere per tre giorni in una tra le più suggestive aree dell’Arco alpino e ci consentirà di raggiungere la vetta del Monte Adamello. La salita avverrà accedendo alla Malga Bedole dalla Val di Genova. Da lì a piedi per il mitico sentiero, universalmente noto come “matarot”, a tratti assicurato con catene, che percorre l’omonima stupenda e selvaggia vallata, poco frequentata, fino a costeggiare il ghiacciaio della Lobbia e a raggiungere il Rifugio Ai Caduti dell’Adamello, che ci ospiterà per la notte. Il secondo giorno percorrendo il ghiacciaio Pian di Neve, saliremo fino alla facile cresta che ci permetterà di raggiungere la vetta del Monte Adamello. Scenderemo quindi al Rifugio Mandrone per il secondo pernottamento. La salita al Lago Scuro e la discesa lungo il sentiero glaciologico Marchetti, concluderanno questa indimenticabile esperienza.
Tutti i dettagli sono riportati sulla locandina qui allegata: Adamello 2021

(Visited 4 times, 1 visits today)