Calendario Escursioni

Visualizzazioni 7.491
Ott
7
dom
Nel gruppo della Concarena
Ott 7 giorno intero
Domenica 07 ottobre 2018
Il Cimone della Bagozza 2.408 m
A destra il cimone della Bagozza e, al centro, il ghiaione della discesa

Un fantastico giro ad anello che ci porterà sulla vetta del Cimon della Bagozza, tra le più significative di quelle che sono chiamate le piccole Dolomiti di Scalve, nel gruppo di roccia calcarea della Concarena. Dal Rifugio Bagozza saliremo in direzione Passo del Valzellazzo per poi affrontare il tratto di cresta, che richiede passo sicuro, fino al passo delle Ortiche. Da lì un breve e ripido sentiero a zig-zag ci consentirà di raggiungere la croce metallica posta sulla cima della maestosa Bagozza.  Saremo ripagati da un entusiasmante panorama di tutta la dorsale di cresta che guardando ad Est inquadra la vicina Concarena, a sud-ovest il Pizzo Camino e poi la regina Presolana. Discesa divertente dal ghiaione dolomitico verso il lago di Campelli, attraversando quindi zone a pascolo intervallate da altre coperte da lariceti, rododendri e ginepri.

Il dente della Bagozza dal Passo delle Ortiche

PER ESCURSIONISTI ESPERTI IL BREVE TRATTO DI CRESTA PRIMA DELLA CIMA

RITROVO: BRESCIA PARCHEGGIO CASELLO AUTOSTRADA BS CENTRO ORE 7:00

 Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 74
Ott
14
dom
Monte Barro
Ott 14 giorno intero

Domenica 14 ottobre 2018
Un balcone sul lago di Como: il Monte Barro 922 m

DOMENICA 14 OTTOBRE 2018

La cima del Monte Barro

Il Monte Barro, che si affaccia frontalmente alla città di Lecco, è la montagna con più alta biodiversità di questo territorio e il Parco Regionale del Monte Barro racchiude al suo interno tantissimi esemplari di flora che si trovano solo qui. Si resta estasiati per la grande bellezza paesaggistica che si apre agli occhi: i laghi Brianteiil ramo orientale del lago di Como, il Resegone, le Grigne, il fiume Adda, che scorre verso la Brianza, per arrivare fino in Pianura Piadana con il cielo limpido. Passeremo dal bel pianoro di Pian Sciresa, e dal caratteristico Sasso della Vecchia: da qui il sentiero inizia a salire ripidamente con tratti di elementare e divertente arrampicata. Questi piccoli sforzi saranno ripagati a destinazione. Al rientro percorreremo il sentiero

Lecco visto dal Monte Barro

botanico Fornaciari che ci consentirò anche di visitare l’eremo del Monte Barro dove è possibile ristorarsi o visitare il Centro Parco e Museo Archeologico del Barro (MAB) e, se si ha la fortuna di trovarla aperta, la piccola Chiesa di Santa Maria.

Località partenza: Malgrate, località Gaggio   Tempo: 4,5 ore + le soste

Dislivello in salita: 600 m    Difficoltà : Escursionistica (adatta a tutti)

RITROVO: ORE 8:00 PARCHEGGIO CASELLO A4 BSCENTRO

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info -> clicca qui

Visualizzazioni 5
Ott
20
sab
I sentieri del gusto nella riserva naturale della Rocca di Manerba del Garda
Ott 20 giorno intero

Sabato 20 ottobre 2018
I sentieri del gusto nella Riserva Naturale della Rocca di Manerba del Garda  

Sentiero a lago nei pressi della Riserva

Dove le rocce della scogliera a picco sul lago, si confondono con l’azzurro del cielo e del sottostante lago, magnifico trekking guidato, in collaborazione con il Comune di Manerba, al termine del quale, alcuni produttori del territorio, faranno degustare le proprie specialità, tradizionali della nostra provincia, fra cui: olio, miele, vino, marmellata, formaggio. Possibilità di acquistare alcuni prodotti.

Durante l’escursione, le guide condurranno negli angoli più suggestivi della Riserva e illustreranno le peculiarità naturalistiche (botaniche, zoologiche, geologiche) di questo scrigno di biodiversità, senza tralasciarne gli aspetti storici e archeologici. Nel pomeriggio, facoltativamente, possibilità di visita guidata gratuita, all’annesso museo archeologico.

Equipaggiamento consigliato: abbigliamento comodo da escursionismo (scarpe da ginnastica con suole sagomate, abbigliamento comodo, felpa, k-way, cappello e occhiali da sole, zainetto con acqua, pila per la visita all’imboccatura della grotta).

La Falesia della Rocca di Manerba
CLICCA SULL’IMMAGINE

 

 

 

Prenotazione obbligatoria entro il 15.10.18 ai numeri

3484452357 (Nicola) – 3388328830 (Paola)

oppure scrivendo una mail a paola@gardacanyon.it o nicola@gardacanyon.it

SI EFFETTUA AL RAGGIUNGIMENTO DI ALMENO 20 PARTECIPANTI

E CON QUALSIASI CONDIZIONE METEO – COSTO 15,00 € a PERSONA

Tempo: 2 ore + le soste – Dislivello in salita: 200 m (adatto a tutti)

Punto di ritrovo: parcheggio libero c/o BAR Museo della Rocca ore 9:30

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 96
Ott
21
dom
La Corna Trentapassi
Ott 21 giorno intero

Domenica 21 ottobre 2018
La Corna Trentapassi

Escursione gratuita, organizzata dal Collegio Guide Alpine Lombardia in collaborazione con Regione Lombardia nell’ambito promozione della Montagna e delle sue professioni. Meta è la corna Trentapassi, ai tempi nota con il nome di Punta di Vignole, caratteristica e isolata “becca” a balcone sul lago d’Iseo, tra Marone e Pisogne, nelle cui acque, cupe e profonde, immerge i suoi selvaggi e rocciosi versanti meridionali. La cima offre, oltre al piacere di un’ottima scarpinata, un grandioso panorama sul lago d’Iseo e verso i monti circostanti, in considerazione della sua isolata posizione da cui ne deriva il prestigio escursionistico: da lassù il lago d’Iseo che costituisce un’autentica e suggestiva attrazione paesaggistica, si presenta straordinariamente aperto, impreziosito da Montisola. Ma bella è pure la vista sulle Orobie, a ovest oltre il lago, sulle prealpi bresciane che digradano verso la pianura e sul monte Guglielmo che si eleva possente e familiare alle sue spalle.

Corna Trentapassi vista dal lago d’ISEO

PUNTO DI PARTENZA: CUSATO frazione di Zone     DISLIVELLO: 560 m

DIFFICOLTA’: E (percorso escursionistico)                 TEMPO DI PERCORRENZA: 5 ore + le soste

INTERESSI: PANORAMICO, NATURALISTICO        NOTE VARIE: PRANZO  AL SACCO

EQUIPAGGIAMENTO: NORMALE DA ESCURSIONISMO – CONSIGLIATI I BASTONCINI DA  TREK

RITROVO: ore 10:00 presso il parcheggio del BAR

Panorama su Montisola dalla Corna Trentapassi

all’ingresso del borgo di Cusato (indicazioni: in auto sulla strada statale SS50 fino a Marone e seguendo poi le indicazioni per Zone; in treno FNM Brescia-Edolo scendendo a Marone poi autobus Marone-Zone)

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 102
Ott
28
dom
Tremosine: Parco Alto Garda Bresciano
Ott 28 giorno intero

Domenica 28 ottobre 2018
Corna Vecchia 1.415 m

Panorama su Tremosine e il Garda dalla Cima

Siamo di nuovo nell’amatissimo Parco dell’Alto Garda. La meta è poco conosciuta, ma il percorso, ad anello, è molto suggestivo e panoramico. Ci addentreremo nel cuore del Parco, seguendo una dorsale che ci farà salire su più rilievi (Cima dei Sospiri, Punta della Selva, Punta della Brosa, Corno Nero, Corna Vecchia, fino a sfiorare il monte Traversole) godendo di entusiasmanti viste del Lago di Garda, Tremalzo e Valvestino. Magnifiche le fioriture multicolori.  Altrettanto splendido è

Pinnacoli dolomitici lungo la dorsale

il panorama sulla valle del Singol. Caratteristico e molto particolare, è il “Balòt dela vècia (il sasso della vecchia)”, è uno spuntone di roccia alta circa 9 metri, sembra in precario equilibrio, alla base si restringe, dando l’impressione di essere solo appoggiata, uno spettacolo curioso. Da questa località si può ammirare il basso Garda ma anche l’alto lago fin quasi a Riva. Rientro dal ripido sentiero della Valle Tregandone.

 

Località di partenza: Loalità Fornaci – VESIO       Tempo: 5 ore + le soste

Dislivello in salita: 700 m  Difficoltà : Escursionistica

RITROVI: ORE 7:00 PARCHEGGIO CASELLO A4 BSCENTRO

CAFFE’ VALENTINO SALO’ STRADA GARDESANA ORE 8:00

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 20
Nov
1
gio
Trekking nel Parco Nazionale delle foreste Casentinesi
Nov 1–Nov 3 giorno intero

Da giovedì 01 a sabato 03 novembre 2018
La millenaria foresta di Camaldoli

Il sacro eremo di Camaldoli

Spettacolare e potente trekking ad anello nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi del Monte Falterona e Campigna attraverso fantastici boschi di faggio e abete bianco dove sono frequenti gli incontro con daini, cervi e caprioli. Non manca il lupo che qui convive ormai da decenni inserito in un ambiente a lui congeniale. Un percorso ad anello che si sviluppa attorno alla foresta di Camaldoli, foresta legata alla storia millenaria dell’eremo fondato da S. Romualdo nell’XI secolo e dell’omonimo monastero. Tra Badia Prataglia e il Sacro eremo, imperdibile salita al Monte Penna, una delle più belle terrazze panoramiche sulla Romagna e sulla foresta della Lama. Avremo modo

 

di ammirare paesaggi incantevoli, boschi secolari, borghi antichi, sentieri partigiani, intrisi di storia e tradizioni. Un cammino, anche interiore, fatto di riflessione, che appagherà dal punto di vista panoramico sportivo e storico, senza tralasciare la possibilità di assaporare squisiti piatti tipici toscani a base di cinghiale e funghi e di condividere con il gruppo magiche emozioni.

Difficoltà : Escursionistica

Punti di ritrovo : PARK AUTOSTRADA A4 BS CENTRO ORE 6:00

Il borgo di Lierna

IL TREK SI EFFETTUA CON ALMENO 6 PARTECIPANTI

ISCRIZIONI ENTRO VENERDI’ 05 ottobre 2018 con caparra di 50,00 €

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

 

 

 

Panorama da Badia Prataglia
Verso Lierna

 

 

 

Visualizzazioni 69
Nov
3
sab
Trekking in Perù
Nov 3–Nov 23 giorno intero

Da sabato 03 a venerdì 23 novembre 2018

Nel magico mondo di Coquequirao e Machu Picchu

Alberi sul sentiero del trekking

Sensazionale trekking nel quale sarà possibile ripercorrere le gesta e la storia degli Inca, ammirando panoramici unici di Machu Picchu e delle alte vette delle Ande, attraverso la giungla dietro l’antica “Città Perduta degli Inca”. Scopriremo territori selvaggi, tra i laghi e le montagne che precedono Machu Picchu. Choquequirao invece domina l’impressionante canyon del rio Apurimac di quasi 1.000 m di profondità e riceve molti meno turisti della sorella, ma le sue rovine sono altrettanto interessanti.  A differenza di Machu Picchu, non è possibile visitare Choquequirao in treno o in bus. Il solo modo di visitarla è quello di intraprendere un trekking di almeno due giorni partendo da Cuzco. Questa vacanza è l’ideale per chi ha voglia di spingersi oltre i sentieri turistici, ma senza perdere la possibilità di immergersi nelle mitiche rovine della “Città Perduta degli Inca”.

Muli all’arrivo al campo (sullo sfondo il canyon dell’Apurimac),

Un trekking lungo i sentieri percorsi da un’antica civiltà vissuta tra le vette delle Ande, fermandosi per gli accampamenti sotto uno splendido cielo stellato.

SI EFFETTUA AL RAGGIUNGIMENTO DI ALMENO 10 PARTECIPANTI

QUOTA PARTECIPAZIONE: 4.000 € (3.500 € CON RIENTRO IL 18.11.18) –  ISCRIZIONI ENTRO LUGLIO 2018

 

 

Parapendio in volo sulla spiaggia di Paracas

(CON CAPARRA DI 500 € – SALDO ALLA CONFERMA DEI VOLI AEREI)

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO: PROGRAMMA COMPLETO ->

CLICCA QUI PER ULTERIORI DETTAGLI: DETTAGLI ULTERIORI ->

CLICCA QUI PER SCARICARE LA LOCANDINA: locandina ->

Il volo aereo è organizzato con AGENZIA TURISTICA PREALPIVIAGGI – GATTINORI – Agenzia della E. B. Tours di Bruno Raja SEDE OPERATIVA: Via Roma 28/E – CASTRONNO (VA) – Tel. 0332 892116 – Fax 0332 895633 – email: castronno@gmdv.it
Visualizzazioni 41