Calendario Escursioni

Visualizzazioni 13.217
Ott
10
Sab
Cima Sclape e Punta Molvina
Ott 10 giorno intero
Sentiero per cima delle Sclape

Domenica 04 ottobre 2020: cima delle Sclape e Punta Molvina

Splendido percorso panoramico e non convenzionale, che ci porterà sulla cresta che divide le due valli principali che costituiscono il territorio di Tremosine: la famosa val di Bondo e la più “selvaggia” val di S. Michele, tra sentieri e tracce della Prima guerra mondiale. Scopriremo due cime poco frequentate lungo lo spartiacque che separa l’alveo dell’ex Lago di Bondo, dalla Valle di San Michele e avremo un’ampia visuale sul territorio del Parco dell’Alto Garda Bresciano. La Cima delle Sclape è una montagna erbosa e boscosa con affioramenti dolomitici, si eleva tra la Punta Molvina e la Bocca di Fobia (o Fobbia) ed è la sommità più elevata della costiera che divide la Valle di San Michele dalla Val di Bondo. La

Panorama sul Baldo da Cima delle Sclape

Punta Molvina è compresa fra la Cima delle Sclape e la Bocchetta di Nansesa, anch’essa erbosa con affioramenti dolomitici, sul cui versante occidentale presenta numerosi resti di mulattiere e caverne di guerra.

Punto di partenza: Malga Prà delle Noci   Dislivello: 900 m

Tempo di percorrenza: 6 ore + le soste    Interessi: storico, panoramico, naturalistico

Note varie: pranzo al sacco                             Difficoltà: E Escursionistico + EE le creste

sentiero per Punta Molvina
EQUIPAGGIAMENTO: NORMALE DA ESCURSIONISMO, SCARPONI DA MONTAGNA, GIACCA A VENTO, ZAINO, FELPA IN PILE, MAGLIETTA TRASPIRANTE, CREMA SOLARE, mascherina – occhiali – gel disinfettante. CONSIGLIATI I BASTONCINI DA TREKKING.
CAFFE’ VALENTINO ROE’ VOLCIANO ORE 7:30
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 15,00 € (10,00 € per i possessori di tessera GardaCanyon)  
SONO ESCLUSI I COSTI DI TRASPORTO

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 45
Ott
18
Dom
Monte Sodadura
Ott 18 giorno intero

Domenica 18 ottobre 2020: monte Sodadura 2.010 m

Vetta del Monte Sodadura

Il Sodadura è un monte dall’inconfondibile forma di piramide, sulla cui vetta sono posizionate una Madonnina e una Croce, che sovrasta i Piani di Artavaggio e la verdissima Val Taleggio. Pur di altezza modesta (2.010 m), costituisce un punto panoramico notevole, con vista sul Resegone, le Grigne, il gruppo dei Campelli, il Pizzo Tre Signori, il Baciamorti e l’Aralalta. Il rifugio Nicola potrà costituire un ottimo punto d’appoggio dopo la salita, prima di intraprendere il sentiero di rientro. Da segnalare come i piani di Artavaggio, da cui passeremo, siano indicati come areale puntiforme, nel lecchese, di crescita della bellissima fritillaria (“Fritillaria imperialis”).

 

vista sul Resegone dal Monte Sodadura

Punto di partenza: Quindicina di Pizzino   Dislivello: 800 m

Tempo di percorrenza: 7 ore Interessi: Panoramico, Geologico, Naturalistico

Note varie: pranzo al sacco        Difficoltà: E Escursionistico

EQUIPAGGIAMENTO: NORMALE DA ESCURSIONISMO, SCARPONI DA MONTAGNA, GIACCA A VENTO, ZAINO, FELPA IN PILE, MAGLIETTA TRASPIRANTE, CREMA SOLARE, mascherina – occhiali – gel disinfettante. CONSIGLIATI I BASTONCINI DA TREKKING.
Val Taleggio
RITROVI: PARCHEGGIO CASELLO A4 BS CENTRO ORE 7:00
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 15,00 € (10,00 € per i possessori di tessera GardaCanyon)  
SONO ESCLUSI I COSTI DI TRASPORTO

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 61
Ott
25
Dom
Festa d’autunno 2020 (POSTI ESAURITI)
Ott 25 giorno intero
Il lago d’Iseo visto dal ristorante

Domenica 25 ottobre 2020: festa d’Autunno.

Il monte Castellino, un balcone sul lago d’Iseo

Per festeggiare insieme la chiusura del calendario escursionistico estivo 2020, presentare le escursioni autunnali e sentire le vostre idee e suggerimenti per il nuovo anno, abbiamo programmato un’uscita adatta a tutti, in un ambiente altamente panoramico e suggestivo, attraverso pascoli e maestosi boschi, che in autunno mostrano la tavolozza di tutti i loro caldi colori, con magnifici panorami su Montisola e gran parte del lago d’Iseo. Inizieremo la nostra escursione dalla località Nistisino (sopra Sulzano), per poi seguire una ripida mulattiera fino al

La corna Trentapassi vista dal ristorante

Rifugio di S. Maria del Giogo (sosta per relax). Da qui, seguendo un sentiero prevalentemente a mezza costa, raggiungeremo il Monte Castellino e quindi, seguendo il sentiero delle 3 valli bresciane (effettuando un percorso ad anello) torneremo al punto di partenza dove è situato il ristorante che ci ospiterà per il pranzo.

 ITINERARIO ESCURSIONISTICO ADATTO A TUTTI

PARTENZA: località Nistisino (Sulzano)   DISLIVELLO: 350 m

TEMPO DI PERCORRENZA: 3,5 ore        INTERESSE: PANORAMICO, ANTROPICO, NATURALISTICO

EQUIPAGGIAMENTO: NORMALE DA ESCURSIONISMO, SCARPONI DA MONTAGNA, GIACCA A VENTO, ZAINO, FELPA IN PILE, MAGLIETTA TRASPIRANTE, CREMA SOLARE, mascherina – occhiali – gel disinfettante. CONSIGLIATI I BASTONCINI DA TREKKING.
RITROVI: PARCHEGGIO CASELLO A4 BS CENTRO ORE 8:00

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 35,00 € (compreso pranzo)

In caso di maltempo si raggiunge la locanda in auto (solo pranzo 30,00 €)

ISCRIZIONI ENTRO E NON OLTRE 20.10.20 con caparra di 10,00 €

SONO ESCLUSI I COSTI DI TRASPORTO

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 35
Nov
1
Dom
Sentiero Atestino
Nov 1 giorno intero

Domenica 01 novembre 2020: Sentiero Atestino (Colli Euganei)

Il Sentiero Atestino è veramente un trekking molto interessante, probabilmente quello di più ampio respiro nei Colli Euganei. Regala panorami mozzafiato e una piacevole alternanza di ambienti, dai prati assolati ai fitti boschi dominati da alberi di castagno. Pur non presentando difficoltà di rilievo, è piuttosto lungo e si sviluppa per circa 22 chilometri con 1000 metri di dislivello. Offre due motivi principali di interesse: l’attraversamento degli ambienti naturali tipici della zona, la macchia mediterranea dei versanti caldi e di prati aridi delle zona a scaglia, oltre al castagneto ed al carpineto dei versanti più freschi, l’incontro con l’opera dell’uomo, che si esplica in questo territorio sia con la coltivazione dei campi che vestigia storiche di notevole rilevanza. Si tratta dunque di un sentiero naturalistico-etnografico, pensato per gli amanti delle lunghe passeggiate, nelle quali al piacere del movimento fisico si unisce il gusto della conoscenza diretta di luoghi, persone e cose. Il percorso ad anello compie il periplo del caratteristico e imponente monte Ventolone, ma soprattutto raggiunge i ruderi dell’antico Monastero dell’Orbieso, luogo ricco di storia. L’escursione si conclude proprio davanti alla casa dove il poeta Petrarca visse gli ultimi anni di vita.

Arquà Petrarca

Punto di partenza: Arquà Petrarca  Dislivello: 1000 m

Tempo di percorrenza: 7 + le soste   Interessi: storico, panoramico

Note varie: pranzo al sacco    Difficoltà: E Escursionistico

EQUIPAGGIAMENTO: NORMALE DA ESCURSIONISMO, SCARPONI DA MONTAGNA, GIACCA A VENTO, ZAINO, FELPA IN PILE, MAGLIETTA TRASPIRANTE, CREMA SOLARE, mascherina – occhiali – gel disinfettante. CONSIGLIATI I BASTONCINI DA TREKKING.
RITROVI: PARCHEGGIO CASELLO A4 BS CENTRO ORE 7:00 – CASELLO A4 DESENZANO ORE 7:30
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: 15,00 € (10,00 € per i possessori di tessera GardaCanyon)  
SONO ESCLUSI I COSTI DI TRASPORTO

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 12