Calendario Escursioni

Visualizzazioni 4.723
Ago
13
dom
Sentiero N° 1 dell’Adamello
Ago 13–Ago 16 giorno intero
Da domenica 13 a martedì 16 agosto 2017
Alta via Dell’Adamello
Il lago Rotondo al rifugio Tonolini

Un magnifico trekking in un ambiente selvaggio, che ha fatto la storia delle alte vie. Dedicato ad escursionisti con un po’ di allenamento, l’alta via dell’Adamello (nota anche con il nome di sentiero N°1) riveste particolare interesse sia per la maestosità degli ambienti attraversati sia per gli elementi storici legati al conflitto della prima guerra mondiale. Il percorso si snoda sulla dorsale da SUD a NORD del territorio del Parco dell’Adamello, un territorio che fa parte di una delle più ampie aree protette delle Alpi.

 

La cima dell’Adamello dal Passo Premassone

 

MINIMO 8 – MASSIMO 12 PERSONE

ISCRIZIONI CON CAPARRA (50,00 €) ENTRO 31.07.17

Scarica la locandina per costi, ulteriori dettagli e contatti–>

 

Verso passo Miller
Passo Poia
Visualizzazioni 81
Ago
20
dom
L’Anello del Sassopiatto e del Sassolungo
Ago 20 giorno intero
Domenica 20 agosto 2017
L’anello del Sassopiatto e del Sassolungo
Sassopiatto e Sassolungo

Magnifica escursione ad anello intorno alle cime del Sassolungo e Sassopiatto (con salita di quest’ultimo). Il percorso che conduce tutt’intorno all’intero Gruppo del Sassolungo, incanta lo sguardo dell’escursionista per la bellezza delle montagne di roccia dolomitica e per una vista incomparabile sulle prominenti cime del Sassopiatto e del Sassolungo, ma anche il Dente, la Torre Innerkofler, il Sasso Levante, il Cinquedita, l’Alpe di Siusi, lo Sciliar, la Marmolada e lo Spallone del Sasso Lungo. Escursione adatta a tutti.

 

Località di partenza: Passo Sella

Panorama sul Sassopiatto e Sassolungo

Tempo: 7 ore + le soste – Dislivello in salita: 940 m
Difficoltà : Escursionistica

RITROVI: ORE 6:15 NOZZA DI VESTONE – BAR ANGOLO23

ORE 7:00 PARCHEGGIO CASELLO AUTOSTRADA A4 DESENZANO

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 19
Set
3
dom
I sentieri del gusto nella riserva naturale della Rocca di Manerba del Garda
Set 3 giorno intero

Domenica 03 settembre 2017
I sentieri del gusto nella Riserva Naturale della Rocca di Manerba del Garda  

Sentiero a lago nei pressi della Riserva

Percorso esplorativo nella Riserva Naturale in collaborazione con aziende agricole e produttori locali per la degustazione di specialità della Valtenesi: olio, miele, marmellate, vino e formaggi. Inoltre, nel corso dell’uscita, le guide vi condurranno nei posti più suggestivi della Riserva e vi forniranno numerose informazioni a carattere  naturalistico, storico e geologico.

Durata: dalle 9:30 alle 13:30 circa

Equipaggiamento consigliato: abbigliamento comodo da escursionismo (scarpe da ginnastica con suole sagomate, abbigliamento comodo, felpa, k-way, cappello e occhiali da sole, zainetto con acqua e viveri, pila per la visita all’imboccatura della grotta).

La Falesia della Rocca di Manerba

Prenotazione entro 31.08.17 tel. 3396137247; e-mail museodimanerba@libero.it

SI EFFETTUA AL RAGGIUNGIMENTO DI ALMENO 15 PARTECIPANTI

                                   COSTO 15,00 € a PERSONA

Tempo: 3 ore + le soste – Dislivello in salita: 200 m  Difficoltà : Escursionistica

Punto di ritrovo: parcheggio libero c/o BAR Museo della Rocca ore 9:30
Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 49
Set
5
mar
La strada più bella del mondo
Set 5 giorno intero

Martedì 05 settembre 2017
Escursione guidate alla strada della forra a Tremosine

Panorama sul Garda dalla strada della forra

A Tremosine sono in programma suggestive escursioni guidate alla scoperta della “strada della Forra”, considerata la strada più bella del mondo.

Un’escursione guidata alla scoperta della suggestiva Forra di Tremosine. La propone la Pro Loco di Tremosine con le guide di Gardacanyon. La forra è una stretta e profonda gola, frutto del lavorio millenario del torrente Brasa. Lungo

La strada al termine dei lavori di costruzione nel 1913

questa spaccatura nella roccia, spettacolo della natura incastonato nelle viscere della montagna, si ammira un secondo spettacolo, questa volta artificiale, ovvero la celebre Strada della Forra. Chi dal lago guarda le case di Pieve allineate sull’orlo dell’altopiano, 350 metri più in alto dell’acqua, si chiede come possa una strada giungere fin là. Per secoli un ripido sentiero ha unito il porto al capoluogo e per secoli gli uomini hanno trasportato a spalla legna, carbone, olio, grano. Solo nel 1913, su progetto di Arturo Cozzaglio e per iniziativa di don Giacomo Zanini, parroco a Vesio, fu costruita una strada di collegamento con il porto sul lago. Appunto la Strada della Forra. Il 18 maggio del 1913, in occasione dell’inaugurazione, un corrispondente della Frankfurter Zeitung scrisse che si trattava della «strada più bella del mondo». Wiston Churcill, che la percorse durante il suo soggiorno gardesano nel dopoguerra, la definì «l’ottava meraviglia». Per cogliere la bellezza della strada è d’obbligo percorrerla a piedi, ammirando le pieghe della roccia che come spire di un serpente avvolgono l’antro infernale, mentre il torrente brontola la sua rabbia.

Durata: dalle 9:00 alle 13:00 circa

Equipaggiamento consigliato: abbigliamento comodo da escursionismo (scarpe da ginnastica con suole sagomate, abbigliamento comodo, felpa, k-way, cappello e occhiali da sole, zainetto con acqua e viveri).

Prenotazione alla Pro Loco di Tremosine (tel.:0365 953185) o ai numeri di Gardacanyon

                                   COSTO 15,00 € a PERSONA

Tempo: 3 ore + le soste – Dislivello in salita: 300 m  Difficoltà: Escursionistica

Punto di ritrovo: parcheggio libero ( via Cavalieri di Vittorio Veneto, 2) Pieve di Tremosine ore 9:00

Visualizzazioni 23
Set
16
sab
Piante e fiori della riserva naturale della Rocca di Manerba del Garda
Set 16 giorno intero

Sabato 16 settembre 2017
Escursione guidata nella Riserva Naturale della Rocca di Manerba del Garda  

Sentiero a lago nei pressi della Riserva

Alla scoperta di piante e fiori della Riserva Naturale”

Nel corso dell’uscita le guide vi aiuteranno a riconoscere le varie specie botaniche, ad identificare quelle che possono essere impiegate in cucina o nella preparazione di prodotti curativi o di bellezza e a capire in che modo potevano essere utilizzate in passato e, infine, ad identificare le piante  più  velenose.

Durata: dalle 9:30 alle 12:30 circa

 

Equipaggiamento consigliato: abbigliamento comodo da escursionismo (scarpe da ginnastica con suole sagomate, abbigliamento comodo, felpa, k-way, cappello e occhiali da sole, zainetto con acqua e viveri, pila per la visita all’imboccatura della grotta).

La Falesia della Rocca di Manerba

Prenotazione consigliata: tel. 3396137247; e-mail museodimanerba@libero.it

          SI EFFETTUA AL RAGGIUNGIMENTO DI 15 PARTECIPANTI

                                   COSTO 10,00 € a PERSONA

Tempo: 3 ore + le soste – Dislivello in salita: 200 m  Difficoltà : Escursionistica

Punto di ritrovo: parcheggio libero c/o BAR Museo della Rocca ore 9:30                             
Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 6
Set
17
dom
Cima Cadria 2.253 m
Set 17 giorno intero
Domenica 17 settembre 2017
Escursione nelle Alpi di Ledro
Vetta di Cima Cadria

Il Cadria, è il gigante delle Alpi di Ledro: la montagna più alta ed imponente dell’intero gruppo. Presenta due facce del tutto differenti: il versante sud, per lo più ampio e prativo, contrasta con quello settentrionale, roccioso e verticale. Nonostante la quota non sia così elevata, è una montagna di tutto rispetto e non è un caso se si tratta dell’unica cima, in questo settore, a godere di una certa notorietà. L’isolamento della montagna e la lunga marcia di salita hanno preservato una flora d’alta montagna straordinaria e sul cocuzzolo di vetta, tra luglio e settembre, si può osservare una fioritura eccezionale di stelle alpine. Il periodo scelto per l’escursione è magico: le foglie iniziano ad ingiallirsi, l’aria è tiepida e non più troppo calda e il cielo, solitamente, è terso.

Sentiero finale a Cima Cadria

Anche il Monte Cadria, al pari di molte altre vette delle Alpi di Ledro, è stato teatro della prima guerra mondiale, in quanto all’epoca era posto presso il confine Austro-Ungarico con l’Italia. Camminando sui crinali più alti, osserveremo ancora ciò che resta delle trincee e dei baraccamenti di quell’assurdo conflitto.

DISLIVELLO: 1.326 m     DIFFICOLTA’: Escursionistica   TEMPO PERCORRENZA: 6 ore + soste

Ritrovi: ore 7:00 parcheggio casello A4 BS CENTRO – ore 7:30 Bar ANGOLO 23 Nozza di Vestone

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 17
Set
24
dom
Sentiero di arroccamento del Sengio alto
Set 24 giorno intero

Domenica 24 settembre
Il monte Baffelan e il Monte Cornetto

La cima del Baffelan

In occasione del centenario centenario della costruzione della strada delle Gallerie, Gardacanyon organizza una splendida escursione in questi luoghi che furono teatro di furiose battaglie tra i nostri soldati e i soldati dell’impero Asburgico.

 

 

 

Il sacrario militare visto dalla forcella del Monte Cornetto

E’ un magnifico percorso ad anello, alla volta del Monte Cornetto (1.899 m) e del Monte Baffelan (1.793 m) che si trovano nel gruppo montuoso delle Piccole Dolomiti Vicentine, nella Catena del Sengio Alto.

 

 

Anche in questa zona sono ben visibili i segni della prima grande guerra: lungo il sentiero sono presenti varie piccole gallerie, e postazioni militari. Percorreremo il sentiero denominato “Sentiero d’arroccamento del Sengio Alto”.

 

Il ponte sospeso

Doverosa visita al sacrario, passaggio sul ponte sospeso. Sosta con facoltativo pranzo al rifugio Campogrosso e rientro attraverso una rigogliosa faggeta.

 

Quindi, molti gli aspetti degni di interessi: ce n’è per tutti i gusti!

 

 

RITROVI: NOZZA DI VESTONE BAR ANGOLO23 ORE 6:30

PARCHEGGIO CASELLO DESENZANO AUTOSTRADA A4 ORE 7:15  

Scarica la locandina per costi, ulteriori dettagli e contatti–>

 

 

Visualizzazioni 54
Ott
3
mar
La strada più bella del mondo
Ott 3 giorno intero

Martedì 03 ottobre 2017
Escursione guidate alla strada della forra a Tremosine

Panorama sul Garda dalla strada della forra

A Tremosine sono in programma suggestive escursioni guidate alla scoperta della “strada della Forra”, considerata la strada più bella del mondo.

Un’escursione guidata alla scoperta della suggestiva Forra di Tremosine. La propone la Pro Loco di Tremosine con le guide di Gardacanyon. La forra è una stretta e profonda gola, frutto del lavorio millenario del torrente Brasa. Lungo

La strada al termine dei lavori di costruzione nel 19

questa spaccatura nella roccia, spettacolo della natura incastonato nelle viscere della montagna, si ammira un secondo spettacolo, questa volta artificiale, ovvero la celebre Strada della Forra. Chi dal lago guarda le case di Pieve allineate sull’orlo dell’altopiano, 350 metri più in alto dell’acqua, si chiede come possa una strada giungere fin là. Per secoli un ripido sentiero ha unito il porto al capoluogo e per secoli gli uomini hanno trasportato a spalla legna, carbone, olio, grano. Solo nel 1913, su progetto di Arturo Cozzaglio e per iniziativa di don Giacomo Zanini, parroco a Vesio, fu costruita una strada di collegamento con il porto sul lago. Appunto la Strada della Forra. Il 18 maggio del 1913, in occasione dell’inaugurazione, un corrispondente della Frankfurter Zeitung scrisse che si trattava della «strada più bella del mondo». Wiston Churcill, che la percorse durante il suo soggiorno gardesano nel dopoguerra, la definì «l’ottava meraviglia». Per cogliere la bellezza della strada è d’obbligo percorrerla a piedi, ammirando le pieghe della roccia che come spire di un serpente avvolgono l’antro infernale, mentre il torrente brontola la sua rabbia.

Durata: dalle 9:00 alle 13:00 circa

Equipaggiamento consigliato: abbigliamento comodo da escursionismo (scarpe da ginnastica con suole sagomate, abbigliamento comodo, felpa, k-way, cappello e occhiali da sole, zainetto con acqua e viveri).

Prenotazione alla Pro Loco di Tremosine (tel.:0365 953185) o ai numeri di Gardacanyon

                                   COSTO 15,00 € a PERSONA

Tempo: 3 ore + le soste – Dislivello in salita: 300 m  Difficoltà: Escursionistica

Punto di ritrovo: parcheggio libero ( via Cavalieri di Vittorio Veneto, 2) Pieve di Tremosine ore 9:00
Visualizzazioni 24
Nov
5
dom
Rifugio Cima Piemp: un balcone sul lago di Garda
Nov 5 giorno intero

Domenica 05 novembre 2017
Festa d’autunno

il Santuario di Monte Castello dalla Cima Piemp

Segnatevi la data!
Gita di “chiusura” della stagione escursionistica.
Superlativa escursione, con pranzo, al rifugio Cima Piemp, a Tignale, magnifico balcone sul lago di Garda.
Al termine del pranzo, proietteremo le immagini più significative delle escursioni del 2017.
Escursione più pranzo 30,00 €
Passeremo una stupenda giornata.
A breve ulteriori dettagli.

La parte meridionale del lago di Garda dal Rifugio Cima Piemp

Tempo: da definire + le soste – Dislivello in salita: da definire m
Difficoltà : Escursionistica

Punti di ritrovo : NOZZA DI VESTONE BAR ANGOLO 23 ORE 8:00

                               PARK AUTOSTRADA A4 BS CENTRO ORE 8:00

                               CAFFE’ VALENTINO SALO’ ORE 8:30

ISCRIZIONI ENTRO IL 31 ottobre 2017 con caparra di 10,00 €

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 10
Nov
11
sab
Le Langhe: cA.m.M.iniamo alla scoperta delle loro colline e dei loro grandi vini
Nov 11–Nov 12 giorno intero
Da sabato 11 a domenica 12 novembre 2017
Escursioni nelle Langhe del Monferrato
Sentiero delle “grandi vigne” a La Morra

L’etimologia del nome langa, che in piemontese indica proprio la collina, è incerto. Qualcuno si appoggia alla parola latina linguae, a indicare le linee di sollevamento del terreno; altri propendono per la derivazione celtica, landa o lande, che designerebbe una regione selvaggia e ricoperta di boschi. Sta di fatto che ognuna di loro racchiude un po’ di verità e che ancora oggi, grazie al territorio e alle persone che ci vivono, possiamo ancora godere dei suoi paesaggi mozzafiato, delle sue colline dolci e pettinate, emerse da un antico fondo marino, che regalano vini di grande pregio, partendo da un vitigno autoctono come il Nebbiolo. Le guide di Gardacanyon ci condurranno nella Langa del Barolo che è

Il sentiero “anello del Barolo”

una piccola striscia di terra a poca distanza da Alba, caratterizzata da colline vitate a perdita d’occhio, dalle quali emergono castelli e manieri, testimoni della storia che fu. Il tesoro più prezioso è la produzione del “Re dei Vini”, il Barolo, senza dimenticare il sublime Barbera e le fantastiche e famose nocciole “gentili” delle Langhe. Durante le due escursioni incontreremo delle cantine dove potremo degustare alcuni dei vini rossi più rinomati al mondo. Pernottamento e cena nel Comune di Barolo.

Difficoltà: Turistica

 

Il castello di Barolo

Ritrovo: ore 7:30 parcheggio casello A4 BS CENTRO

ISCRIZIONI CON CAPARRA DI 50,00 € ENTRO 21.10.17

Scarica la locandina in pdf per ulteriori info ->

Visualizzazioni 68